Dal 31 Agosto al 12 Settembre, XXIII° Edizione

Il Festival di spettacoli Suoni e Colori in Toscana di Rignano sull’Arno arriva alla 28° edizione, anche quest’anno con la direzione artistica di Fabrizio Checcacci.

Il rosso e il femminile.

Il colore e il tema dominante.

Come direttore artistico ho sempre cercato di creare un percorso, una linea da seguire all’interno di una programmazione, che potesse dare un’identità alla manifestazione.

Nel Festival Suoni e Colori la componente cromatica ha un peso specifico importante e nel connubio ideale tra la musica e le emozioni legate al colore, il rosso, scelto insieme alla presidente del collettivo artistico Ardengo Soffici come tema dell’edizione 2017, subito mi riporta alla passione.

Rosso. Passione. Universo femminile.

Le donne, quelle cantate e narrate nel bellissimo recital di Pamela Villoresi, che quest’anno aprirà la XXIII° edizione del festival nel chiostro trecentesco di Villa Pitiana accompagnata dal m° Luciano Vavolo, in un percorso narrativo musicale che attraverserà tutto il secolo scorso.

La passione del jazz con venature sudamericane e legato alla tradizione musicale più passionale, il tango.

Javier Girotto, uno dei jazzisti più quotati del momento e Gianni Iorio, bandeonista e pianista di caratura internazionale, ci porteranno verso le sonorità più calde e contaminate del jazz tango.

Ma di passione non si può fare a meno quando ascoltiamo la voce meravigliosa di Silvia Querci che omaggerà Mina, la più grande di tutte, in una serata intima di voce e pianoforte.

Chiuderà il Festival lo spettacolo ironico e travolgente delle Ladyvette, trio vocale tutto al femminile che riproporranno nel loro spettacolo di teatro/canzone, che tanto successo ha avuto sia in Italia che a Londra e New York, successi degli anni ‘80 e ‘90 insieme ai grandi classici anni ‘50, in una serata all’insegna dello swing e della grande energia e seduzione delle voci delle tre bravissime interpreti.

A corollario del festival due eventi gratuiti, come consuetudine. Un aperitivo in musica, in cui io e il direttore della scuola di Musica di Rignano Sull’Arno, Paolo Mugnai, accompagneremo il pubblico durante il tramonto di una domenica pomeriggio. La collaborazione con la scuola di musica è una cosa a cui tengo molto, perché se di passione musicale si deve parlare, non si può trascurare quella che porta tanti studenti di musica a formarsi con il sogno di trasformare tale passione in un mestiere.

Altro evento gratuito sarà il concerto dedicato a Mozart da tre importanti interpreti provenienti dall’ensemble dell’ORT, Francesco Di Cuonzo, violino, Chiara Foletto, viola, Giovanni Simeone, violoncello, che si esibiranno come Trio Ghibellino alla Pieve di San Leolino, una location con un’acustica che definirei “magica“.

La musica. La passione. Un’altra edizione del Festival in cui ho messo tutta la mia passione.

 

Il Direttore Artistico

Fabrizio Checcacci